Il tuo IP č 3.237.71.23
Notizie

 
Criterium Italiano UISP 2014

Criterium Italiano UISP: sul Grande Fiume alla scoperta delle Terre di Matilde di Canossa

Inserito il 08 agosto 2014 alle 09:00:00 da roberto. IT -

La Granfondo Strada del Tartufo Mantovano si propone come un evento di valorizzazione dell'Oltrepò Mantovano. Un territorio disegnato dal Po, ricco di storia e cultura e con specialità enogastronomiche di grande pregio. Ecco alcuni spunti per gli accompagnatori dei ciclisti che il 12 ottobre saranno a Pieve di Coriano.


La domenica della granfondo la motonave Cicogna sarą a disposizione degli accompagnatori. [immagine cortesemente fornita da Navigare in Lombardia]

8 agosto 2014 – La GF Strada del Tartufo Mantovano di Pieve di Coriano (Mn) di domenica 12 ottobre sarà la prova conclusiva del Criterium Individuale UISP e del Circuito Tricolore riservato alle società UISP. La manifestazione di Pieve di Coriano (Mn) - così come la prova di apertura della stagione delle granfondo senza tempo UISP, la GF Tra Valli e Delizie - si distingue per i suoi percorsi interamente pianeggianti che si snodano fra terra e acqua.

Questa volta il protagonista assoluto è il Po, il maggiore fiume d'Italia, insieme al suo affluente Secchia. I tre percorsi della granfondo di 125, 95 e 62 chilometri, cui si aggiunge il gourmet di 25 chilometri pensato per le famiglie con bambini, sono la dimostrazione di come questo territorio si presti a essere scoperto e vissuto in sella a una bicicletta, senza fretta, prendendosi tutto il tempo che serve per coglierne gli scorci, i profumi e i sapori. Si pensi ancora alla Ciclovia dei Parchi che collega le otto aree protette del territorio ed è un vero e proprio sistema ciclabile. Grazie alla collaborazione tra operatori privati ed enti locali, lungo il percorso vengono offerti servizi coordinati di infopoint, meccanici per biciclette e aree di sosta, così da garantire ai pedalatori un viaggio senza preoccupazioni. Insieme alle Ciclovie della Strada del Tartufo Mantovano costituisce una rete di circa 430 chilometri di percorsi ciclabili.

La domenica della granfondo sarà lo stesso Grande Fiume a cullare gli accompagnatori per condurli in un viaggio insolito e suggestivo. La motonave Cicogna sarà infatti a loro completa disposizione per tutta la giornata. Attraccata al porto fluviale di Pieve di Coriano permetterà escursioni sul fiume Po della durata di circa un’ora e mezzo al costo di 4 euro per i grandi e 3 euro per i bambini. È una imbarcazione molto sicura utilizzata per il trasporto dei ragazzi in gita scolastica.

Altra meta importante che gli accompagnatori possono raggiungere è San Benedetto Po (Mn), centro turistico in cui si possono visitare il complesso monastico cluniacense, l'imponente basilica giuliesca e il Museo Civico Polironiano con le sue raccolte etnografiche. Tutte da gustare le locali eccellenze enogastronomiche come il Lambrusco Doc, il Parmigiano-Reggiano e gli insaccati il cui re indiscusso è il salame sotto la cenere. San Benedetto Po è annoverato fra i "Borghi più belli d’Italia" e ciò spiega perchè diversi famosi registi lo hanno scelto in passato come location per alcune scene dei loro film:  Alberto Lattuada (Il mulino del Po, 1949), Dino Risi (La marcia su Roma, 1962) ed Ermanno Olmi (Centochiodi, 2007) solo per citare i più noti. Se si considera che da Pieve di Coriano si può raggiungere San Benedetto Po in pullman in circa 35-40 minuti, gli accompagnatori possono fare una visita del paese di un paio d’ore per poi fare ritorno in tempo per pranzare insieme ai ciclisti al pasta party per soli 7 euro. Telefonando allo IAT di San Benedetto Po c’è la possibilità di prenotare una guida che li accompagnerà a buon prezzo.

Restando a Pieve di Coriano corre l’obbligo di visitare la Pieve Matildica, fatta costruire da Matilde di Canossa nel 1082. La Grancontessa Matilde è certamente una delle figure più importanti e interessanti del Medioevo italiano. Donna di assoluto primo piano in un'epoca in cui le donne erano considerate di rango inferiore, arrivò a dominare tutti i territori italici a nord degli Stati della Chiesa. Nel 1076 entrò in possesso di un vasto territorio che comprendeva la Lombardia, l'Emilia, la Romagna e la Toscana e che aveva il suo centro a Canossa, nell'Appennino reggiano. Dopo la sua morte, attorno a Matilde venne a crearsi un alone di leggenda che la dipingeva come una contessa semi-monaca dedita alla contemplazione e alla fede. E nell'Oltrepò Mantovano sono tanti i segni da lei lasciati che vale la pena ammirare.

Per quanto riguarda l'ospitalità, l'AS Pievese River Bike è a disposizione per consigliare agriturismi, bed&breakfast, aree di sosta per camper e servizi di noleggio biciclette.

La GF Strada del Tartufo Mantovano dà dunque appuntamento a tutti i ciclisti e alle loro famiglie domenica 12 ottobre 2014 a Pieve di Coriano (Mn), per una giornata di sport, cultura e relax.

Informazioni turistiche e approfondimenti, contatti e moduli d'iscrizione ai link seguenti.

GF Strada del Tartufo Mantovano

Associazione Strada del Tartufo Mantovano

Sul Po con la motonave Cicogna

Sistema Po Matilde - Lungo il Grande Fiume alla scoperta delle Terre di Matilde di Canossa

IAT San Benedetto Po e dell'Oltrepò Mantovano

Consorzio Oltrepò Mantovano

Criterium Italiano Individuale UISP

Circuito Tricolore per Società UISP

Letto : 1241 | Torna indietro