Ottima e ricca gastronomia alla Granfondo di Casteggio
Quattro ristori davvero ben forniti e un gustoso e ricco pranzo attende i partecipanti alla granfondo del 22 settembre a Casteggio (Pv), valida come ultima prova del Trofeo Santangiolino.

Tanto gusto alla Granfondo di Casteggio (ph Play Full)

3 settembre 2019, Casteggio (Pv) - Mancano 20 giorni all’appuntamento con la Granfondo di Casteggio del 22 settembre e l’Asd Sant’Angelo Edilferramenta ha messo a punto anche l’aspetto gastronomico, che viene curato sempre con grande attenzione affinché i partecipanti non si trovino privi di energie durante e dopo l'evento.

Per questo motivo i ciclisti troveranno in tutto quattro ristori: quelli collocati a Pometo e Valverde, comuni ad entrambi i percorsi, quello di Cicogni solo sul lungo e quello finale per tutti. I ciclisti vi troveranno frutta essiccata e fresca, crostate e bibite, sali minerali e naturalmente acqua. 

Per chi invece andrà di fretta e preferirà non fermarsi, presso i ristori di Valverde e di Cicogni, come ormai da tradizione, sarà predisposto un servizio di distribuzione borracce al volo per i primi 100 del lungo (121 chilometri e 2100 metri di dislivello) e del corto (81 chilometri e 1100 metri di dislivello).

Una volta terminata la granfondo, i partecipanti potranno usufruire del pranzo preparato da professionisti del settore presso il Centro sportivo di Casteggio. Il menù prevederà ravioli e riso in bianco, affettati con verdure al vapore e dolce.  

Iscrizioni a 40 euro sino al 19 settembre e infine di 45 euro in loco il 21 e il 22 settembre. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito ufficiale